Opportunità per scrittori neerlandesi in Italia

Image: ©TEDxBarletta / .
Ilja Pfeijffer a TEDxBarletta, 3 luglio 2021

Ogni anno si traducono in italiano una quarantina di libri olandesi.

Ma come fare per vedere un proprio libro pubblicato in Italia? Una prima opportunità interessante sono sicuramente le fiere: al Salone del Libro di Torino, alla Children’s Book Fair di Bologna e a Più Libri Più Liberi a Roma, gli editori possono incontrarsi e presentare i loro titoli più importanti. Oltre alle fiere, anche il Nederlands Letterenfonds (Fondo Letterario Neerlandese) e i traduttori italiani svolgono un ruolo fondamentale nella presentazione di libri stranieri agli editori. Traduttori come Franco Paris, Claudia Cozzi, Valentina Freschi, Stefano Musilli, Patrizia Filia, Laura Pignatti ed Elisabetta Svaluto Moreolo* hanno un rapporto di fiducia con editori italiani come Iperborea, Nutrimenti, Carbonio, La Nuova Frontiera, Beisler, LupoGuido, Edizioni Ensemble e Neri Pozza*. Questo permette loro di sapere con esattezza il tipo di libro adatto a ogni casa editrice. E così, segnalando i libri più interessanti agli editori, i traduttori diventano veri e propri ambasciatori della letteratura olandese.

Se una casa editrice è interessata all’acquisto dei diritti di traduzione di un libro può richiedere un sussidio al Letterenfonds. Uno dei criteri principali del Fondo olandese è la qualità della traduzione. Se il Fondo non conosce ancora il traduttore incaricato, gli/le chiederà di tradurre un brano del libro, così da poter valutare il suo lavoro. È possibile supportare solamente traduzioni di alta qualità.

Dopo la pubblicazione del libro, è necessario presentarlo in Italia. Fortunatamente, il Bel Paese dispone di molte piattaforme adatte a tale obiettivo. Esiste una ricca offerta di festival letterari sparsi in tutto il paese, come Pordenone Legge, Festivalletteratura Mantova, Bookcity Milano, Letterature Roma, Incroci di Civiltà Venezia, LibriCome Roma e Pisa Book Festival*. Inoltre, è presente un’ampia selezione di festival di nicchia con focus specifici come la poesia (Festival della Poesia), il giornalismo (Festival del Giornalismo Perugia e Internazionale Ferrara), letteratura per ragazzi (Tutte Storie Cagliari) e diritti umani (Orlando Festival Bergamo e Festival delle Letterature Migranti Palermo). Anche le nuove piattaforme come TEDx possono essere molto interessanti per gli scrittori olandesi: in questi format ci si rivolge spesso a un pubblico diverso da quello dei festival letterari, per cui vale assolutamente la pena considerarli.

L’Ufficio Cultura dell’Ambasciata e del Consolato Generale dei Paesi Bassi in Italia intrattiene buoni rapporti con i partner italiani citati  e puó fornire supporto nel creare contatti con i partner olandesi. Inoltre, l’Ambasciata può concedere sussidi per l’organizzazione di presentazioni di libri olandesi in Italia (ad esempio per coprire spese di viaggio o di soggiorno, interpretazione e comunicazione), per cui il partner italiano (editore o festival) può rivolgersi direttamente a noi.

Siete curiosi di sapere di più sulle opportunità nel settore della letteratura in Italia? Scrivete a Babs van Lieshout dell’Ufficio Cultura.


* Questa lista di nomi è inserita solo a titolo di esempio e non ha alcuna pretesa di esaustività